La mia esperienza con Yakult

Ho ricevuto una fornitura di Yakult per tutta la famiglia e ora vi racconto la mia esperienza.  yakult

Avevo provato Yakult già in passato perché mi incuriosiva molto la confezione, non proprio la solita scontata e colorata sulla quale in un modo o nell’altro ti cade
Dico sinceramente che non sono mai stata costante e quindi lo compravo una volta, poi per mesi niente, poi ritentavo ancora. Ho sempre riscontrato dei notevoli benefici, ma diciamo che non mi sono applicata come avrei dovuto.

Questa volta, però, ci ho messo tutto l’impegno e così da qualche giorno sto bevendo la mia bottiglietta quotidiana di Yakult e con me anche mio marito e mio figlio, anzi per dirla tutta sono proprio loro che mi ricordano di farlo.

Yakult, per chi non lo sapesse, è un probiotico, una bevanda di latte scremato fermentato che contiene fermenti lattici vivi Lactobacillus casei Shirota (LcS) che favoriscono l’equilibrio della flora intestinale. È gluten free, non contiene coloranti né conservanti ed è adatto a tutti, anche durante la gravidanza e l’allattamento. Non possono consumarlo solo i bambini che non assumono ancora una dieta diversificata e gli intolleranti al lattosio.

Prima di provarlo mi sono documentata per bene perché volevo capire quale fosse il momento giusto della giornata per consumarlo e quale la quantità ideale. Ho scoperto che si può bere sempre e che non è necessario farlo al mattino ancora a digiuno o lontano dai pasti e che una sola bottiglietta è sufficiente, ma se decidete di consumarne anche due non succede
Io lo bevo in genere a colazione e altre volte come spuntino di metà mattina o pomeriggio.
Mio figlio lo preferisce prima di pranzo e mio marito, il più attento a questo programma, lo beve appena sveglio.

yakult 4

Mio marito ha preso la cosa molto seriamente!

Il sapore è molto gradevole, un po’ fruttato, e la consistenza è più liquida rispetto ad altri prodotti similari. Infatti Yakult è un latte fermentato e non uno yogurt.
Va giù in un secondo anche perché si tratta di soli 65 ml, la quantità ideale consigliata.
In questa confezione piccolissima, infatti, ci sono miliardi di lactobacillus vivi, ci credereste mai?

Una bottiglietta contiene solo 43 calorie e zero grassi quindi va bene anche per chi segue una dieta ipocalorica e per chi vuole qualcosa di leggero e fresco da consumare nell’arco della giornata in un momento di pausa. Se preferite esiste anche una versione light con il 36% di calorie in meno e il 60% in meno di zuccheri.

Che dire della mia esperienza con Yakult?
Dopo circa due settimane io sto decisamente meglio. Spariti i gonfiori alla pancia, sparito il senso di pesantezza. Mi sento in forma e più leggera, più attiva e meno stanca, per questo voglio consigliarlo davvero a tutti.
Per quanto riguarda mio marito, lui è l’uomo più felice della terra e al mattino è il primo a tirar fuori dal frigo la sua bottiglietta. Lo considera un gesto rituale di cui non può più fare a meno.

E il piccolo di casa che ne dice?

Con tutta sincerità, all’inizio non è stato facile perché il mio Ometto non ama molto latte, yogurt e derivati, ma il libricino da colorare arrivato insieme alla confezione di Yakult mi ha aiutato molto. Abbiamo trascorso qualche ora a giocare e a colorare e abbiamo raccontato storie di minuscoli fermenti che fanno bene al pancino. L’immagine della sua pancia allegra e sorridente è stata la chiave di tutto. Certo spiegare ad un bambino di 5 anni cosa sono i fermenti lattici vivi non è stato semplice, ma mi sono impegnata molto giuro!
Ora quando manda giù il suo Yakult si tocca la pancia come per dire “Tranquilla, ci penso io a te!” e noi ridiamo a crepapelle!

yakult 3

Un quaderno tutto da colorare per Ometto!

yakult 1

Yakult fa bene al pancino!

E dunque, grazie Yakult di averci scelto come famiglia tester.
D’ora in poi lasceremo sempre un posticino per te nel nostro frigo!

yakult 2

“Mamma DICIMI bravo!”

Ecco a voi tutte le mie colazioni con Yakult:

yakult

Crostata con fichi e noci e Yakult

Yakult

Porridge mele e cannella e Yakult

yakult 5

Pane di segale con cereali, confettura di mirtilli, caffè, frutta fresca e Yakult.

colazione yakult

Yogurt con amaranto e frutta secca, una pesca e Yakult.

10 pensieri su “La mia esperienza con Yakult

  1. Giovanni Accongiagioco

    Trovo il post leggermente di parte; non so se avresti scritto allo stesso modo se la casa madre non avesse scelto voi per testare il prodotto.
    Dal mio punto di vista, il sapore non è per niente gradevole (ma questo è soggettivo) e non so quanto possa REALMENTE fare bene all’organismo, con tutti gli zuccheri che contiene.
    Io preferirei una bella spremuta d’arancia, trovo che non ci sia nulla di più gustoso e salutare allo stesso tempo.

    Replica
      1. Giorgia Di Sabatino

        Le blogger/vlogger/youtubers oneste selezionano la loro clientela e vengono giustamente retribuite per lavorare. Grazie. Discussioni sterili queste.

        Replica
        1. Ettore Mo

          purtroppo nel mondo you tube esistono piu’ le “disoneste” come le chiami tu, non faccio nomi ne esistono a bizzeffe che basta “guadagnare” vendendo “fumo” cara la mia Giorgia!

          Replica
  2. Giorgia Di Sabatino

    Giovanni indubbiamente il gusto è soggettivo. Posso dirti però che scrivo solo di cose che mi piacciono. È il mio lavoro ormai questo è mi capita di dire no quando il progetto o il prodotto non sono in linea con me e con il blog! Sono sincera, credimi.

    Replica
  3. ndg0029

    Il più notevole dei benefici che Yakult ti ha dato è senz’altro la busta paga.
    I blogger onesti mettono in chiaro già nella premessa che l’articolo non è frutto di spontaneo entusiasmo (tale da spingere a prendere l’iniziativa per scrivere) ma frutto di accordi economici.

    Replica
    1. Giorgia Di Sabatino

      trovo molto offensivo e irrispettoso questo genere di commenti. Io scrivo sempre onestamente solo quello che penso e non perché mi pagano (non mi arricchisco con un post, questo è certo!), ma perché ho una testa pensante e sono una professionista. Se non condividi quello che scrivo, lo accetto, ma non accetto queste polemiche sul mio blog. Non leggermi se non ti piace quello che dico, ma non offendermi. Grazie.

      Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *