Archivio tag: colazione

Pancakes yogurt e banana alla vaniglia

Pancakes yogurt e banana alla vaniglia

Ingredienti

1 banana
1 uovo
80 g di yogurt greco
70 g di farina
1/2 bustina di lievito
Estratto di vaniglia o vanillina

Procedimento

Frulla una banana abbastanza matura con un uovo, lo yogurt e la vaniglia.
Aggiungi poi la farina e il lievito e frulla ancora.
Puoi dolcificare con zucchero o sciroppo d’acero, ma non è necessario.
Una volta pronta la pastella, versala con un mestolo in una padella antiaderente leggermente unta e cuoci i pancakes un minuto per lato.
Impilali per mantenerli caldi e umidi e servili con frutta fresca e sciroppo d’acero o miele.

Il consiglio in più

Ami la cannella?
Questo è il momento giusto per inserirla nella tua colazione.
Mettine un po’ nell’impasto e rendi questi pancakes ancora più speciali.

Sai che…

Puoi fare questi pancake anche in versione vegana.
Elimina l’uovo e aggiungi un cucchiaio di più di yogurt.
Lo yogurt ovviamente diventa vegetale, quindi di soia, e vi consiglio di utilizzare quello alla vaniglia. Per il resto è tutto uguale!

Torta frullata al cioccolato

Perchè si chiama “torta frullata al cioccolato”?
Perchè è proprio così che si fa.
Avete un Bimby, un food processor di qualunque tipo? Ecco, è tempo di usarlo.
Se non avete un frullatore non importa, facciamo in un altro modo.

Senza zucchero

Vabbè ovvio, ci sono già 300 g di cioccolato al latte, ci manca solo lo zucchero.
Il gusto alla fine è dolce, ma non stucchevole, anzi.
Se volete potete aggiungere un cucchiaio di zucchero di canna, ma non di più.

Ricetta della Torta frullata al cioccolato

INGREDIENTI

300 g di cioccolato misto (o come volete)
2 uova grandi o tre piccole
200 g di farina 00
1 bustina di lievito
120 g di latte
50 g di olio di semi

PREPARAZIONE

Tritate (frullate) il cioccolato fino a ridurlo quasi in polvere o comunque deve diventare grossolano. Non vi consiglio di usare il cioccolato bianco, o comunque solo quello.
Aggiungete uova, olio e latte e frullate ancora.
Solo alla fine farina e lievito frullando ancora.
Se non avete il food processor, tritate il cioccolato al coltello molto bene e montate il resto con le fruste. Poi mescolate.
Cuocete in forno statico a 180° per circa 40 minuti.
Io ho utilizzato un classico stampo da plumcake rivestito con carta forno, ma va benissimo anche uno stampo da torta da 23 cm oppure uno stampo per muffin.

L’ingrediente jolly

Direi che potete aggiungere noci o nocciole tritate pure loro o anche a pezzettoni solo sulla superficie. Se avete il coraggio e altri cioccolato da far fuori sì, sto per scriverlo davvero, potete decorare questa torta con il cioccolato fuso. L’ho detto.

5 colazioni che amo

Il mio pasto preferito è la colazione e non mi stancherò mai di dirlo.
Vado a letto pensando già a cosa mangerò colazione. A volte apparecchio anche la sera prima.
Non rinuncio a farla anche se ho poco tempo, anzi metto sempre la sveglia prima per farla con calma e soprattutto da sola.
MI piace anche tanto variare perchè sono tutto tranne che abitudinaria.
Ecco a voi quindi le mie 5 colazioni preferite.

Pane, burro di arachidi e banana

Questa è la colazione che faccio più spesso durante la settimana perchè è super veloce.
Schiaccio su una fetta di pane integrale o di segale una banana abbastanza matura e poi aggiungo un cucchiaino di burro di arachidi.
A volte aggiungo un po’ di cannella, a volte metto la tahina o la crema di mandorle al posto del burro di arachidi.

Pane e ricotta

Una colazione che mi regala una certa soddisfazione e tiene la mia fame a bada per molte ore è a base di pane e ricotta.
Mi piace la ricotta di mucca un po’ rustica, quella locale, e in genere la mescolo con la cannella.
Per dolcificare aggiungo un po’ di miele o una confettura.
Le mie preferite sono: fichi, uva, prugna e arancia e poi quelle un po’ strane tipo mela cotogna, rosa canina, rabarbaro e cose cosi.
Pane e ricotta mi piace anche in versione salata, specialmente in estate, con il pomodoro, un pizzico di sale e l’origano.
Le colazioni salate sono abbastanza rare devo dire. A volte mi preparo un uovo sbattuto oppure mangio del salmone affumicato.

Pancakes veloci

Specifico “veloci” perchè anche io al mattino non ho tempo di mettermi ai fornelli.
Li preparo a sentimento e vi spiego come.
Sbatto un uovo con un cucchiaio di latte e poi aggiungo piano piano la farina e un pizzico di lievito. Dovrebbero bastare circa 40 g di farina per una buona consistenza. Non aggiungo zucchero e verso il composto in un padellino antiaderente, ma davvero molto antiaderente, e caldo. Viene fuori un pancake alto e perfetto. Cuoce due minuti per lato.
Altre volte schiaccio mezza banana con l’uovo e sempre piano piano aggiungo farina e lievito.
A volte sostituisco la farina 0 con quella di avena o integrale.
Mi piacciono da pazzi i pancakes con litri di sciroppo d’acero, ma molto spesso li condisco solo con frutta fresca o crema di nocciole.

Porridge

Si sa che vado pazza per il porridge. Pazza!
Lo preparo una volta a settimana, quasi sempre la domenica perchè c’è anche mio marito a casa che lo apprezza molto.
La ricetta base per una porzione è sempre la stessa: 30 g di fiocchi di avena piccoli, circa 100 ml di latte o acqua.
Cuocio tutto in un pentolino fino ad ottenere una crema e poi aggiungo il cacao o la cannella o entrambi. A volte addolcisco con una banana schiacciata o cuocio della frutta a pezzi piccoli piccoli insieme al latte e all’avena. Mela e pera sono perfetti.
Il momento di massima goduria è quando metto un cubetto di cioccolato fondete sul porridge caldissimo e lo lascio sciogliere. Felicità assoluta!

Torta di mele o brioches

Il sabato ogni tanto mi concedo una colazione golosa a base di brioches o torta fatta in casa.
Non manca quasi mai la torta di mele perchè mio marito ne va pazzo, ma anche la torta al cacao per Luca.
Io invece amo le brioches, specialmente alla crema, ma quelle le compro perchè non so farle sfogliate come quelle della pasticceria.
Quando ho tempo preparo maritozzi, cornetti veloci, cornetti al burro e panbrioche e se avanza qualcosa (raramente) congelo.

Cosa bevo ogni mattina

Di certo il caffè. Ho provato a diventare tipa da tè, ma non ce l’ho fatta.
Ultimamente amo prepararmi il cappuccino con il latte di soia alla cannella e utilizzo un montalatte strepitoso che scalda, ma anche no.
Mi piace mettere il caffè sul fondo di una tazza, poi una spolverata di cannella, poi latte montato e poi ancora cannella.
Quando, raramente, al mattino mangio lo yogurt greco, evito il cappuccino e bevo solo un caffè.

Scones alla panna acida

Ogni tanto compro la panna acida perchè immagino di fare qualche dolce godurioso, ma finisce sempre che non trovando ricette interessanti, resti a giacere in frigorifero per giorni.
Però ho trovato per caso questi scones e posso dirvi che sono un’ottima scusa per comprare la panna acida. Ve lo prometto.

Scones classici

Avevo già fatto degli scones tempo fa, ma con una ricetta super classica e altrettanto facile.
Tagliati a metà con la confettura di fragole e la panna montata, o lo yogurt come piacciono a me, sono deliziosi.
Anche questi con la panna acida e le pepite di cioccolato sono straordinari ripieni di crema di nocciole.

Cup e spoons

Questa ricetta ha le dosi in cup e spoons, ma non temete, potete acquistare tutto nella mia vetrina Amazon.

Ricetta degli Scones alla panna acida

INGREDIENTI

2 cups farina 00
1/4 cup zucchero di canna
8 tbs burro
1 ts lievito istantaneo per dolci
3/4 cup panna acida
1 uovo
100 g pepite o gocce di cioccolato fondente

PREPARAZIONE

Mescolate la farina, con lo zucchero, il lievito, il burro a temperatura ambiente e una parte delle pepite.
Aggiungete la panna acida e l’uovo e formate un impasto morbido.
Stendetelo lasciandolo abbastanza spesso e ritagliatelo a triangoli o cerchi.
Aggiungete le restanti pepite in superficie pressandole un po’ e infornate in forno statico caldo a 180° per 15 minuti al massimo.

L’idea in più

Gli scones hanno una forma circolare in genere, quindi potete utilizzare un coppapasta per ritagliarli, ma secondo me fatti a triangolo, come delle piccole fette di torta, sono molto carini.

L’ingrediente jolly

Potete aggiungere in questo impasto anche noci o nocciole tritate, o altre pepite di cioccolato, magari bianche. Sapete come sarebbero deliziosi anche? Con i lamponi!

Torta Bilbolbul

Capitano quei giorni in cui hai voglia di un dolce e non hai nessun ingrediente per farlo.
La torta Bilbolbul è la soluzione, così come la frolla senza le uova.
Navigando in internet trovo sempre qualche idea geniale e questa volta ho scoperto questa torta la cacao senza uova che si prepara in un istante.
Bil bol bul è anche il nome di un noto fumetto, lo sapete?
Torta BilbolbulTorta BilbolbulTorta Bilbolbul

Ridella della Torta Bilbolbul

INGREDIENTI
250 ml di latte
200 g di farina 00
200 g di zucchero
100 g di cacao dolce (amaro se preferite un gusto più intenso e amaro)
1 bustina di lievito
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
cannella qb
Scorza grattugiata di arancia
PREPARAZIONE
Preriscaldate il forno a 180°.
Setacciate la farina con il lievito e il cacao.
Aggiungete lo zucchero, la scorza di arancia e la cannella e mescolate bene.
Poco per volta aggiungete il latte e la vaniglia e mescolate velocemente con una frusta a mano.
Rivestire una teglia con carta forno inumidita e ben strizzata e versate il contenuto livellandolo bene.
Infornate per 35-40 minuti a 180°.
Decorate con abbondante zucchero a velo.

L’idea in più

Potete utilizzare questa base da farcire in tanti modi.
Suggerisco una confettura di frutti rossi che si sposa molto bene con il cacao, oppure arcancia amara.

L’ingrediente jolly

Se aggiungete delle gocce di cioccolato non si offende nessuno!

Strudel ricco a modo mio

Questo è lo strudel di mele NON strudel, come lo faccio io. Lo Strudel di mele ricco a modo mio!
A casa mia piace a tutti proprio così, un po’ rivisitato e con la pasta sfoglia pronta, mea culpa. Però devo dire che la pasta sfoglia integrale che ho utilizzato è davvero perfetta per questo dolce, niente a che vedere con la pasta sfoglia classica commerciale.
Se non la trovate usate una brisè o fate la pasta matta.

Ricetta dello Strudel ricco a modo mio

Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia integrale
4 melette
80 g di uvetta
50 g di pinoli
8 amaretti
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaio di marmellata di arance
Scorza grattugiata di arancia (o bergamotto)

Preparazione

Mettete l’uvetta a bagno in acqua a temperatura ambiente.
Sbucciate e affettate le mele.
Profumatele con la scorza di arancia e la cannella e poi aggiungete pinoli e uvetta ben strizzata.
Stendete la pasta sfoglia e bucherellatela con la forchetta.
Spennellate con la marmellata e sbriciolate sopra gli amaretti sbriciolati.
Mettete al centro della pasta le mele condite e chiudete prima al centro e poi le estremità.
Cuocete in forno statico a 180° per circa 35-40 minuti.
Spolverizzate con lo zucchero a velo.

L’idea in più

Come vi dicevo potete utilizzare anche la brisè o la pasta sfoglia, ma questa sfoglia integrale è la fine del mondo.

L’ingrediente jolly

Ragazzi, che dire…il bergamotto fa la differenza!
Io l’ho usato per puro caso scambiandolo per un’arancia.
Ero terrorizzata dal risultato finale perchè il bergamotto ha davvero un profumo molto intenso, e invece è stata la rivelazione!
Mai più senza bergamotto.

Banana bread brownies

Due ricette americane in una.
Un banana bread che però ha la consistenza di un brownie.
Riuscite ad immaginare la bontà?
Ah, la cosa interessante è che non ho usato il burro.

Ricetta dei Banana bread brownies

INGREDIENTI

2 banane mature
2 uova
110 g di zucchero oppure 1/2 cup
40 g di olio extravergine di oliva o di semi oppure 1/4 di cup
110 g di farina 00 oppure 3/4 di cup
1 cucchiaino di lievito
70 g di cacao amaro oppure 2/3 di cup

Pepite o gocce di cioccolato

PREPARAZIONE

Schiacciate le banane con la forchetta. Non frullatele.
Aggiungete le uova e lo zucchero mescolate a mano con una frusta.
Mescolate ancora con l’olio, la farina e il lievito setacciati e infine il cacao.
Potete aggiungere le pepite all’interno del composto oppure sulla superficie, dopo averlo versato in uno stampo rettangolare 20X30 rivestito con carta forno.
Cuocete a 180° in forno statico per 15 minuti.

L’idea in più

Potete realizzare anche delle monoporzioni cuocendo tutto in stampini da muffin.

L’ingrediente jolly

Arricchite il composto con noci o altra frutta secca.

 

Plumcake mele e ricotta

Su Instagram vi ho chiesto come deve essere per voi una torta di mele perfetta.
Avete risposto praticamente tutti la stessa cosa: piena zeppa di mele.
Sono d’accordo e credo a questo punto che questo plumcake sfiori la perfezione.

Senza burro e senza olio

Noterete che in questa ricetta mancano i grassi, ma ho preferito sostituirli con la ricotta di mucca.
La consistenza è ugualmente morbida e più umida, proprio come piace a me.
Le mele vanno messe sia nell’impasto che poi di taglio una volta riempito lo stampo.
Devono essere super presenti e vedrete che in cottura praticamente si scioglieranno diventando crema.

Ricetta del Plumcake mele e ricotta

Ingredienti

2 mele golden
150 g di zucchero
2 uova
250 g di ricotta
250 g di farina 00
1 bustina di lievito
1 limone

Preparazione

Mescolate le uova e lo zucchero con una frusta a mano.
Aggiungete la ricotta e la scorza di limone grattugiata e poi la farina e il lievito setacciati.
Sbucciate le mele e tagliatene una a cubetti e l’altra a fette sottili.
Mettete i cubetti nell’impasto e mescolate.
Versate tutto in uno stampo da plumcake rivestito con carta forno e poi sistemate le fettine di mela facendole sprofondare all’interno.
Cuocete il plumcake a 170° in forno ventilato per circa 30 minuti.

L’idea in più

Io fossi in voi proverei anche la combinazione mele e pere.

L’ingrediente jolly

Voglio dirvene due.
Uno, scontatissimo, è la cannella o in alternativa il mix spezie per apple pie con anche noce moscata, zenzero e chiodi di garofano.
Poi potete aggiungere anche uvetta e noci.

Cornetti veloci

La mia amica Annamaria mi ha dato la ricetta di questi cornetti facili e veloci che a casa sua riscuotono sempre un grande successo.
Eravamo all’uscita di scuola solo poche ore fa e i cornetti sono già sulla mia tavola.
Non ero per niente curiosa di provarli!

Frolla morbida senza burro

L’impasto di questi cornetti è una frolla allo yogurt leggermente lievitata, ma la ricetta prevede lievito istantaneo per dolci quindi si fanno in fretta e non necessitano di lunghi tempi di attesa.
Ho un’altra ricetta di cornetti morbidi qui sul blog, ma con il burro.
Qui invece c’è olio extravergine di oliva.

Ricetta dei Cornettini veloci

INGREDIENTI

200 g di farina 00
40 g di zucchero
1/2 bustina di lievito istantaneo per dolci
1 tuorlo
125 g di yogurt bianco (io ho usato quello greco)
45 g di olio evo

Per il ripieno: Crema di pistacchi o Nutella

PREPARAZIONE

Mescolate la farina con lo zucchero e il lievito e poi aggiungete il tuorlo, lo yogurt e l’olio sbattuti insieme. Io ho messo tutto nel Bimby a velocità 6 per un minuto.
Risultato? Una frolla morbida, uniforme e perfetta.
Formate una palla con l’impasto e adagiatela su una spianatoia infarinata.
Con un matterello stendetela non troppo sottilmente dandogli una forma rotonda, più regolare possibile.
Ritagliatela al centro con un coltello dividendola in 4 spicchi identici e poi ogni spicchio in altre quattro parti. Otterrete così 16 spicchi.
Stendete nuovamente uno spicchio alla volta con il matterello e mettete alla base di ognuno un cucchiaino di ripieno. Per me crema di pistacchio.
Arrotolate fino alla punta facendo in modo che questa capiti esattamente sotto il cornetto durante la cottura.
Infornate i cornetti su una teglia rivestita con carta forno e cuocete a 180° per 15 minuti in forno statico. Spolverizzateli, una volta freddi, con lo zucchero a velo.
Si conservano fino a una settimana in un contenitore ben chiuso.

Porridge dolce alla zucca

Pazza per il porridge, non potevo non provare questa ricetta con la zucca.

Due parole sull’avena

Per un risultato straordinario io consiglio di scegliere l’avena baby o la crusca d’avena.
Se non le trovate tritate grossolanamente i fiocchi di avena.
La farina di avena, invece, non va bene!
30-40 g è una porzione media a persona.

Due parole sulla zucca

La zucca migliore secondo me è la Delica.
Sa di castagna, non è troppo umida e va bene per fare qualunque cosa.
Io ne compro sempre una intera, la cuocio tutta con la buccia a 200° per un’ora e poi la spello, elimino i semi e conservo la polpa anche per 4 giorni per utilizzare in tante ricette.
Potreste provare la mia ciambella alla zucca per esempio.

La ricette del porridge alla zucca

INGREDIENTI

1-2 cucchiai di polpa di zucca cotta al forno
40 g di fiocchi di avena
80-90 g di acqua o latte
cannella a volontà

Per guarnire: mandorle a lamelle e uvetta

PREPARAZIONE

In un pentolino cuocete l’avena con il latte (o acqua) e la cannella.
Una volta ottenuta una crema, aggiungete la polpa di zucca ben schiacciata e mescolate tutto.
Versate in una bowl e decorate con le mandorle e con quello che preferite.
Potete aggiungere lo sciroppo d’acero, il miele, il burro di arachide, frutta secca o candita e cioccolato. Scatenate la vostra fantasia!
Il porridge va mangiato caldo.

 

Apple roll up

Se vi piacciono i french toast vi innamorerete di questa versione “arrotolata”.
Gli apple roll up sono la colazione che stavate cercando per i vostri bambini!

Arrotoliamo!

Cosa sono i roll up?  Dei rotolini, per dirla semplice.
Quelli che vi propongo oggi sono fatti con il pane in cassetta e sono farciti con la mousse di mela. Mantengono la forma perfetta perchè vengono passati nell’uovo sbattuto e poi cotti in padella con un po’ di burro, proprio come si fa con i french toast.

Perfetti per il brunch

Questi roll up sono un’idea molto carina da servire per il brunch insieme ai soliti pancakes e alle uova strapazzate con la pancetta.
A proposito di pancakes, avete provato la mia versione dorayaki, sempre con le mele?
Potete farcire i vostri roll up con la Mousse di mela Melinda del gusto che preferite, ma sono ottimi anche in versione salata, con prosciutto cotto e sottiletta nel mezzo.

Ricetta degli apple roll up

INGREDIENTI

4 fette di pancarrè senza crosta
1 mousse Mela-Mirtillo Melinda
1 uov0
1 cucchiai di zucchero
50 ml di latte
Mirtilli
Una noce di burro
Sciroppo d’acero

PREPARAZIONE

Stendete le fette di pancarrè con un mattarello e spalmate su ognuna un cucchiaino di mousse.
Arrotolatele e passatele nell’uovo sbattuto con lo zucchero e il latte.
Cuocete i roll up in una padella antiaderente con una noce di burro, girandoli per farli dorare bene.
Serviteli caldi con i mirtilli freschi e con lo sciroppo d’acero.

Post in collaborazione con Melinda

Dorayaki alle mele

Cosa c’è di meglio di un pancake a merenda e a colazione?
Due pancakes, uno sopra l’altro, con in mezzo Nutella o confettura.
Siete pronti per i miei Dorayaki speciali che sanno anche un po’ di mela?

Non chiamateli pancakes

In effetti non dovrei presentarli come pancakes perchè, se l’aspetto è praticamente identico, la preparazione è leggermente diversa.
Nel composto c’è il miele, che manca nella ricetta dei pancakes americani, e che rende queste frittelle dolci, soffici e dal gusto delicato.
Poi i dorayaki sono formati da due pancakes che vanno uniti in coppia e farciti al centro.
Sono una ricetta tipicamente giapponese come avrete intuito dal nome e se volete provarli alla maniera asiatica dovete farcirli con i fagioli azuki.

Dove sono le mele?

Avrei voluto utilizzarle nel ripieno e voi potete farlo se avete una buona confettura di mele fatta in casa, io avevo solo quella ai mirtilli.
Poi ho osato, stravolgendo un po’ la ricetta e aggiungendo Squeez Melinda ai frutti tropicali nell’impasto.
Che bontà! Che sorpresa!
La cosa divertente è che potete utilizzare anche Squeez Melinda con gusti diversi, come per esempio quello alla fragola, oppure alla mela e quello che avanza (perchè ne bastano pochi cucchiai) potete berlo mentre fate merenda con i vostri dorayaki.

Ricetta dei Dorayaki alle mele

INGREDIENTI

240 g di farina 00
180 g di acqua
150 g di zucchero a velo
20 g di miele
2 uova
Un pizzico di lievito per dolci
1 cucchiaio di Squeez Melinda ai frutti tropicali
Confettura o crema di nocciole
Una noce di burro

PREPARAZIONE

Mescolate le uova con lo zucchero e lo Squeez.
Aggiungete poi l’acqua e il miele e infine la farina e il lievito e mescolate bene con una frusta a mano per eliminare i grumi.
Scaldate una padella antiaderente e sporcatela con un po’ di burro.
Cuocete i dorayaki versando un cucchiaio di composto alla volta.
Girateli con una spatola non appena si formano delle bollicine sulla superficie.
Farciteli a due a due con confettura a piacere o crema di nocciole.

Post in collaborazione con Melinda