Archivio tag: torta

Torta frullata al cioccolato

Perchè si chiama “torta frullata al cioccolato”?
Perchè è proprio così che si fa.
Avete un Bimby, un food processor di qualunque tipo? Ecco, è tempo di usarlo.
Se non avete un frullatore non importa, facciamo in un altro modo.

Senza zucchero

Vabbè ovvio, ci sono già 300 g di cioccolato al latte, ci manca solo lo zucchero.
Il gusto alla fine è dolce, ma non stucchevole, anzi.
Se volete potete aggiungere un cucchiaio di zucchero di canna, ma non di più.

Ricetta della Torta frullata al cioccolato

INGREDIENTI

300 g di cioccolato misto (o come volete)
2 uova grandi o tre piccole
200 g di farina 00
1 bustina di lievito
120 g di latte
50 g di olio di semi

PREPARAZIONE

Tritate (frullate) il cioccolato fino a ridurlo quasi in polvere o comunque deve diventare grossolano. Non vi consiglio di usare il cioccolato bianco, o comunque solo quello.
Aggiungete uova, olio e latte e frullate ancora.
Solo alla fine farina e lievito frullando ancora.
Se non avete il food processor, tritate il cioccolato al coltello molto bene e montate il resto con le fruste. Poi mescolate.
Cuocete in forno statico a 180° per circa 40 minuti.
Io ho utilizzato un classico stampo da plumcake rivestito con carta forno, ma va benissimo anche uno stampo da torta da 23 cm oppure uno stampo per muffin.

L’ingrediente jolly

Direi che potete aggiungere noci o nocciole tritate pure loro o anche a pezzettoni solo sulla superficie. Se avete il coraggio e altri cioccolato da far fuori sì, sto per scriverlo davvero, potete decorare questa torta con il cioccolato fuso. L’ho detto.

Crostata morbida “furba” al cioccolato

Ho fatto per la prima volta la crostata furba con lo stampo furbo e mi sento furba pure io.
La crostata morbida furba è una base di frolla, che frolla non è perchè l’impasto lievita e risulta morbido. In realtà perchè si chiama crostata non lo so, ma tant’è!

Stampo “furbo”

Lo stampo furbo è necessario per la realizzazione di questa crostata.
Il composto, una volta cotto all’interno di questo stampo, ne prende la forma concava che si presta ad essere farcita con creme di ogni tipo.
Dove compro lo stampo? Per esempio nella mia vetrina Amazon!
Lo stampo con la base estraibile è più pratico perchè la crostata non si attacchi.
Lo stampo furbo classico va imburrato e infarinato molto bene, in ogni sua parte. Io ho questo e mi trovo bene.

Ricetta della Crostata morbida “furba” al cioccolato

INGREDIENTI

Per la base

150 g di farina 00
100 g di zucchero
60 g di olio di semi
2 uova
1 cucchiaino di lievito
100 g di latte

Per la crema

100 g di zucchero
2 uova
500 ml di latte
50 g di fecola
150 g di cioccolato fondente

Per bagnare e decorare

Una tazza di tè zuccherato o latte
Mirtilli
Lamponi
Cioccolato fondete grattugiato

PREPARAZIONE

Per prima cosa preparate la crema e lasciatela raffreddare coperta da una pellicola.
Come fare? Scaldate il latte e a parte sbattete le uova intere con lo zucchero e con la fecola setacciata.
Aggiungete il latte caldo molto lentamente girando con una frusta a mano e riportate tutto sul fuoco per qualche minuito sempre mescolando per non formare grumi.
Lasciate raffreddare la crema e preparate la base frullando insieme tutti gli ingredienti, prima i liquidi e poi i secchi.
Una volta ottenuto un composto liscio e abbastanza liquido, versatelo nello stampo imburrato benissimo e infarinato e cuocete in forno statico a 180° per 20 minuti o comunque finché la torta non sarà dorata.
Lasciate raffreddare e capovolgete lo stampo.
Bagnate la base con del tè o del latte e riempite con la crema.
Decorate con i frutti di bosco e le scaglie di cioccolato.

Torta allo skyr con lamponi

Avevo voglia di una torta allo yogurt, ma avevo solo lo skyr.
Da oggi non farò mai più una torta con lo yogurt! Solo skyr per me grazie.

Semplice e sofisticata

Definirei questa torta semplice e sofisticata.
Semplice perchè gli ingredienti e il procedimento sono facili facili, sia perchè il sapore è quello di un dolce semplice e casalingo, sia perchè ha un aspetto che sa di coccola, di buono, di confortevole.
Però è anche un dolce sofisticato perchè per me l’abbinamento cioccolato fondente-lamponi è qualcosa di elegante, di complesso, diciamo pure per intenditori.

Lamponi mon amour

Compro lamponi ormai tutte le volte che li trovo, anche se costano un occhio della testa.
Mi piacciono con il kefir, schiacciati dentro a tirar fuori tutto il loro succo, con lo yogurt greco e il cioccolato fuso (mia merenda preferita dell’anno) e anche nell’insalata con la feta.
Noterete che la Grecia vince a mani basse sulla mia tavola!
In questa torta i lamponi non sono solo il frutto fresco che ho messo nella decorazione, ma anche il gusto dello skyr. Potete farla anche con lo skyr bianco, ma perchè non strafare?

Dove trovo lo skyr

Ho detto skyr, non kefir. Non confondetevi!
Io lo compro sempre e lo trovo in tutti i supermercati.
Il mio skyr preferito è quello Lidl e il mio gusto preferito è, indovinate un po’, lamponi.
Mi piace perchè e più denso di uno yogurt normale, ma meno corposo di quello greco, è vellutato, non troppo acido e nemmeno troppo dolce.
Provatelo e provate questa torta.

Ricetta delle Torta allo skyr con lamponi

INGREDIENTI

Utilizzate un bicchiere di carta come misurino o un vasetto di yogurt

  • 1 bicchiere di skyr ai lamponi (lo skyr si trova in confezioni da 500 g)
  • 1 bicchiere scarso di olio di cocco (burro di cocco sciolto)
  • 2 bicchieri di zucchero
  • 3 uova
  • 3 bicchieri di farina
  • 1 bustina di lievito
  • un cestino di lamponi freschi
  • 100 g di gocce di cioccolato (ma quelle belle grosse)

PREPARAZIONE

Montate le uova con lo zucchero e poi aggiungete lo skyr e l’olio.
Potete utilizzare le fruste elettriche, una planetaria o anche una frusta a mano.
Aggiungete poi la farina setacciata con il lievito e mescolate.
Versate il composto in uno stampo a cerniera da 24 cm di diametro unto con olio di cocco e infarinato e versate i lamponi lavati e asciugati sulla superficie della torta.
Con le dita fateli sprofondare nell’impasto, ma non troppo.
Con le gocce di cioccolato un po’ infarinate decorate la torta e infornatela a 180° in forno ventilato per circa 45 minuti.

L’ingrediente jolly: le mandorle

O meglio, la farina di mandorle.
Preparatela voi semplicemente tritando finemente delle mandorle spellate.
Ne basta una manciata, circa 50 g.
Aggiungetela al composto per un tocco di sapore e profumo in più.

Il consiglio in più

Con lo stesso impasto potete fare dei muffin.
Saranno deliziosi, ognuno con i suoi lamponi sopra e il cioccolato.
Per renderli più belli e vari potete mettere su alcuni il cioccolato fondente e su altri quello bianco.

 

Torta di pere al cucchiaio

Questa torta di pere al cucchiaio è un dolce buonissimo che mi piace preparare spesso per colazione. Purtroppo a casa mia non ha lunga vita e la finiamo giusto il tempo di una colazione!
È morbida e umida e ti lecchi le dita dopo ogni fetta.
Una di quelle torte che sembrano super burrose e invece sono leggere e piene zeppe di frutta.

Un cucchiaio come dosatore

La cosa divertente di questa ricetta è che non dovete utilizzare la bilancia, ma solo un cucchiaio da minestra. I cucchiai sono sempre 9 per ogni ingrediente. Difficile fare pasticci!
Talmente facile che potrebbe farla un bambino.

Pere o mele…o tutte e due

Mi ricorda tanto la torta di mele di mia Nonna Emilia perché è piena di frutta che diventa morbida come una crema durante la cottura.
Io la faccio sia con le pere che con le mele e a volte aggiungo qualche variante come la cannella oppure le gocce di cioccolato o anche due tre cucchiai di farina di cocco.
Se avete da finire una mela e una pera prima che vadano a male, potete provare ad aggiungerle entrambe nell’impasto.
La quantità di frutta è facoltativa e potete decidere se mescolare le pere nell’impasto oppure aggiungerle direttamente in teglia prima della cottura.
Più frutta c’è più la torta sarà cremosa.

A proposito, date un’occhiata alla ricetta della torta di mele di Nonna Emilia.

Quali pere e come tagliarle

Potete utilizzare le pere che preferite.
Io vi suggerisco le kaiser che sono dolci e molto morbide, oppure le abate che mantengono un po’ la consistenza e restano più sode e compatte al taglio.
Se invece utilizzate le mele, le golden sono sempre l’ideale in queste preparazioni.

Ricetta della Torta di pere al cucchiaio

INGREDIENTI
2-3 pere abate o kaiser
2 uova
9 cucchiai di yogurt bianco intero
9 cucchiai di farina 0
9 cucchiai di zucchero
9 cucchiai di olio EVO
1 bustina di lievito

PROCEDIMENTO
Sbattete le uova con 9 cucchiai di zucchero e 9 cucchiai di yogurt.
Aggiungete 9 cucchiai di olio EVO sempre mescolando con una frusta a mano.
Aggiungete 9 cucchiai di farina e 1 bustina di lievito setacciati.
Tagliate a fette o a cubetti le pere oppure grattugiatele e mescolatele con il resto.
Versate il composto in una teglia rivestita con carta forno bagnata e ben strizzata.
Spolverizzate con dello zucchero semolato e infornate a 180° per circa 35 minuti.
Decorate con lo zucchero a velo prima di servire.

Monday I’m in love: 5 ricette al cioccolato per San Valentino

Spesso mi scrivete: “Dove trovo una torta buona per la colazione?”, “Che dessert preparato per una cena con amici?” “Un dolcetto light?” “Un dolce per il mio fidanzato?”.
Io rispondo sempre “Con il cioccolato ovviamente?”

Allora, facciamo così, io vi metto qui le 5 ricette del blog che non potete non provare almeno una volta nella vita e poi voi mi dite.
Sono tutte al cioccolato perchè a San Valentino si mangia il cioccolato. Punto.
Non che tutte le altre 500 non vadano bene, ma queste sono proprio la TOP5 tra i dolci, le fondamentali, quelle che vi faranno sempre dire “Uh mamma che bontà!” e poi sono anche le più facili.

La torta al cacao senza uova né burro

Forse la ricetta più richiesta e rifatta da chi mi segue.
Ogni volta che la nomino o la preparo poi devo dare la ricetta.
Perché dovete farla? Perchè facile, perché ha pochi ingredienti, perchè ve lo giuro piace a tutti, perchè è un peccato di gola ma fino ad un certo punto e perchè sembra una torta di quelle piene zeppe di burro e invece non è.
Ah tra gli ingredienti non troverete il cioccolato, ma il cacao e comunque se la farcite con la Nutella avete la mia benedizione.

Ecco la ricetta della torta al cacao senza burro e uova

I brownies vegani

Se siete alla ricerca di un dolce da urlo che però non sia nemmeno troppo pesante eccolo qua. L’unico problema è che vorrete mangiarlo tutto!
Provate questi brownies e ditemi sinceramente se notate la differenza con quelli classici.

Ecco la ricetta dei brownies vegani 

Gelatini

Questi biscotti ripieni di gelato – che poi gelato non è – sono il dolce che preparo più spesso durante l’anno perchè mette tutti d’accordo.
Potete fare i biscotti in casa (ahahaha state ridendo vi devo), oppure potete comprarli.
Se li comprate io vi consiglio i cookies americani o gli OroSaiwa con gocce di cioccolato perchè se una cosa bisogna farla bene…
Dimenticavo, il gelato in realtà non c’è in questa ricetta.
Quella che vedete in mezzo è panna montata che una volta congelata diventa un vero e proprio gelato. Provate per credere.

Ecco la ricetta dei gelatini
Ma provate anche la versione dei gelatini con i wafer
E già che ci siete anche i cookies con il gelato.

Torta Barozzi

Caffè e cioccolato fondente in una torta che sembra una Tenerina per la consistenza friabile all’esterno e cremosa nel cuore.
Non sento di dover aggiungere altro!

Ecco la ricetta della torta Barozzi

Finger tiramisù

Ero indecisa sull’ultima delle 5 ricette al cioccolato da inserire, ma poi ho pensato che una proposta veloce e alla portata di tutti doveva esserci e quindi ecco qui non una, ma ben due versioni dei miei finger tiramisù. Uno tira l’altro…
Finger tiramisù con i Pavesini
Finger tiramisù con gli amaretti anche noti come baci di dama facili

Buon San Valentino a tutti.
Mangiate cioccolato, baciatevi tante e siate felici!
Se siete single siate felici comunque anzi di più e mangiate cioccolato a volontà perchè male non fa.

Ciambella al cacao

La ciambella al cacao è il dolce preferito di mio figlio …e anche il mio!

Non so perchè, ma a me le ciambelle danno allegria.
Sono belle da servire, belle da decorare e sono alte e soffici.
Mi piace glassarle, addobbarle per Natale e per le feste dei bambini e mi piace quando sono compatte e un po’ umide all’interno.
Se a colazione ho una ciambella da affettare sono certa che la giornata prenderà la piega giusta.

Ecco quindi la ricetta facilissima della mia ciambella al cacao.

Ricetta della Ciambella al cacao

INGREDIENTI della ciambella al cacao

2 bicchieri e mezzo di farina 00
1 bicchiere e mezzo di zucchero
4 uova
1 bicchiere di acqua
mezzo bicchiere di cacao amaro
1 bicchiere di olio di semi
estratto di vaniglia
1 bustina di lievito per dolci
gocce di cioccolato
zucchero a velo

In una ciotola sbattete con le fruste elettriche le uova con lo zucchero, l’olio, l’acqua e la vaniglia.
A parte mescolate farina, cacao amaro e lievito setacciandoli e poi aggiungeteli al resto mescolando sempre con le fruste.
Versate l’impasto in uno stampo da ciambella imburrato e infarinato e aggiungete sulla superficie delle gocce di cioccolato.
Cuocete a 180° per circa 35 minuti.
Spolverizzate con lo zucchero a velo.

Un consiglio: per non far precipitare le gocce sul fondo tenetele in congelatore per un paio di ore prima di utilizzate oppure infarinatele un  po’.

Crostata morbida alla marmellata

Qualche tempo fa ho preparato questa torta molto semplice con la marmellata.
È una specie di crostata, ma senza la frolla, quindi mettete via il mattarello!

Ho avuto questa ricetta da una signora toscana che si chiama Cinzia che ho conosciuto qualche mese fa quando sono stata a Castagneto Carducci per un fine settimana.
Quando ho assaggiato questa crostata ho chiesto subito la ricetta perchè mi era piaciuta davvero tanto.
La consistenza è quella di una torta semplice da colazione, ma più burrosa e meno soffice. Insomma un incrocio tra una crostata e una torta della nonna. Dovete provarla!
La cosa divertente è che una volta riempito lo stampo con l’impasto crudo bisogna versarci dentro a caso delle cucchiaiate di confettura o crema di nocciole.
A caso, proprio a caso. Non provate a metterci impegno perchè a noi le cose perfette non piacciono per niente!

Potete farvi aiutare anche dai bambini perchè questa è davvero una ricetta molto semplice, perfetta per la colazione e la merenda di tutta la famiglia!

L’ho preparata per la festa della Mamma e quelli che vedete sono i regali che ho ricevuto!

Ricetta della Crostata morbida alla marmellata

INGREDIENTI
120 gr di farina 00
120 gr di burro fuso
120 gr di zucchero
1 cucchiaino di lievito
2 uova
Confettura a piacere

Per prima cosa sciogliete il burro nel microonde o in una padellina e poi lasciatelo raffreddare per bene.
Mescolatelo con la farina e il lievito setacciati e con lo zucchero.
Aggiungete poi le due uova dopo averle sbattute.
Non c’è bisogno di utilizzare fruste elettriche o planetarie, basta un cucchiaio per amalgamare tutto.
Riempite con l’impasto una tortiera imburrata e infarinata e poi versateci sopra cucchiai di confettura lasciando spazio tra l’uno e l’altro.
Potete scegliere la tortiera che preferite, meglio se a cerniera se volete ottenere una circonferenza perfetta.
Infornate a 180° per 30 minuti in forno statico.

Variante: al posto della confettura potete utilizzare la Nutella o altre creme a base di frutta secca. Avete mai assaggiato quella al pistacchio?

Torta facile alla frutta

Questa torta facile alla frutta è una ricetta della Signora Patrizia, la mia vicina di ombrellone.
L’ho assaggiata fatta da lei questa estate ed era talmente buona che ho voluto subito saperne di più. È talmente facile che vi sorprenderà!
Non si pesa nulla, basta solo una tazza da tè della dimensione che preferite.

Questa torta è morbida e cremosa perché la frutta nell’impasto rende la consistenza a mio parere un po’ “magica”. Certo dipende anche molto dalla frutta che utilizzate.
Per esempio con pesche, prugne, uva e altra frutta ricca di acqua la cremosità è assicurata.
Per intenderci, più che una classica torta-ciambella da colazione, questa è quasi una torta da mangiare al cucchiaio perché ha una base spugnosa e abbastanza asciutta, ma all’interno è umida, quasi una crema. Mamma mia, mentre lo scrivo ho l’acquolina in bocca!

Senza bilancia
Come vi ho anticipato, la cosa che amo molto di questa ricetta è che gli ingredienti vanno misurati con una tazza.
Utilizzate la stessa tazza per la farina, lo zucchero, l’olio e il latte, ovviamente.
Io in genere faccio tutto con la classica mug da colazione o con un bicchiere abbastanza capiente.

La frutta
Potete metterci dentro quello che preferite, in base alla stagione. Io ho preparato questa versione con pesche e banane perchè è ancora tempo di frutta estiva, ma potete tranquillamente utilizzare altro. La frutta va aggiunta alla fine, una volta sistemato il composto nella tortiera. Deve sprofondare nell’impasto, non essere mescolata.

Lo stampo
La questione stampo non è da sottovalutare.
La prima volta che ho assaggiato questa torta sembrava una torta magica, proprio con una parte cremosa all’interno e una base asciutta. Semplicemente perché lo stampo era grande e la cottura era stata di conseguenza più veloce.
Se però utilizzate uno stampo piccolo la torta dovrà cuocere di più altrimenti al centro resterà cruda. Con uno stampo da 23-24 cm per intenderci otterrete una torta da colazione alta e soffice, con uno stampo da 27 una torta più bassa e più umida.
Comunque, in ogni caso sarà ottima, ve lo garantisco!

RICETTA della Torta facile alla frutta

INGREDIENTI
2 tazze di farina 00
1 tazza di zucchero
4 uova
1 bustina di lievito
1 tazza di latte
1/2 tazza di olio EVO ( io lo preferisco rispetto all’olio di semi nei dolci)
Scorza grattugiata di un limone
2 pesche
1 banana

PREARAZIONE
Io ho utilizzato il bimby, ma potete anche fare senza. Con il Bimby basta mettere tutto dentro e azionare il turbo. So che non andrebbe fatto proprio così, ma vi giuro che funziona!
Se non avete il Bimby vi basterà lavorare con una frusta a mano le uova con lo zucchero, la scorza di limone, il latte e l’olio.
A parte setacciate farina e lievito e aggiungete lentamente al composto.
Mescolate e versate tutto in uno stampo rivestito con carta forno o imburrato e poi infarinato.
Aggiungete la frutta a pezzi e cospargete tutto con un po’ di zucchero.
Cuocete a 180° (forno ventilato) per circa 35 minuti, ma dipende molto dallo stampo che utilizzate.
Se la torta dovesse restare molto morbida e poco cotta al centro, copritela con un foglio di alluminio e proseguite la cottura per altri 10 minuti. Azionate in questo caso la cottura dal basso.

Cheesecake senza cottura

Quando hai una cena con tante persone e non puoi accendere il forno perché l’aria è rovente, c’è un’unica soluzione per il dessert: la cheesecake senza cottura.

La mia mamma ha organizzato una delle sue cene con tanti invitati e come sempre io sono l’addetta ai dolci.
Ho chiesto a voi che mi seguite sui diversi social qual è il dessert veloce da preparare per tante persone (40 per la precisione) quando è impossibile accedere forno e fornelli.
Quasi tutti avete detto: CHEESECAKE senza cottura.
In effetti è sempre stata il jolly per me che amo servirla in monoporzioni e scomposta, ma in questo caso gli invitati alla festa sono davvero troppi per pensare a dei bicchierini e quindi ne ho preparata una sola, ma enorme.

La ricetta è davvero semplice e il successo è assicurato.
Questo è un dolce che piace a tutti, grandi e bambini, ed è bellissimo da portare a tavola.
La cheesecake è femminile, elegante, colorata, morbida. Una vera coccola!
Io l’ho decorata con dei mirtilli sciroppati che avevo in dispensa, ma dato che la stagione lo permette, vi suggerisco di sbizzarrirvi con tutta la frutta dolce e colorata che l’estate ci offre.

INGREDIENTI della cheesecake senza cottura

-Tortiera a cerniera da 27 cm-

Per una base
200 gr di biscotti Digestive (o Oro Saiwa)
80 gr di burro

Per la crema
500 gr di Philadelphia
220
ml di panna fresca
4 fogli di colla di pesce
120 gr di zucchero a velo
1 tazzina di latte

Per la decorazione
Confettura di mirtilli o mirtilli freschi o mirtilli sciroppati

PREPARAZIONE
Partiamo dalla base. Tritate i biscotti e mescolateli con il burro fuso.
Pressate il composto sulla base e sui lati di uno stampo a cerniera rivestito solo sulla base con la pellicola o la carta forno. Io avevo solo una pirofila di vetro, ma l’effetto è comunque molto bello perché si vede l’interno.
Lasciate raffreddare la base in freezer mentre preparate la crema.
Fate ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda per 10 minuti.
 Strizzatela e scioglietela in una tazzina di latte bollente.
Montate a neve la panna e a parte mescolate il formaggio con lo zucchero (con le fruste elettriche o con un cucchiaio di legno).
Unite la colla di pesce al formaggio e poi anche la panna montata, poco alla volta con movimenti lenti dall’alto verso il basso.
Riempite la base ormai fredda con la crema e livellate bene la superficie della cheesecake. Lasciatela raffreddare in frigorifero per un paio di ore.
Decoratela poi con della confettura di mirtilli leggermente diluita con poca acqua oppure con lo sciroppo o i frutti freschi.
Io ho scaldato lo sciroppo e ho sciolto all’interno due fogli di colla di pesce per renderlo gelatinoso.
Completate con foglioline di menta.

 

Torta al cacao senza uova

Riemergo dagli abissi dopo tanto tempo, ma con la ricetta della torta più buona del mondo e quindi sono certa mi perdonerete per la lunga assenza.

Questa torta nasce dalla disperazione del mio frigorifero.
Se non hai uova e burro puoi fare una torta? Ma certo che si. Anzi, puoi farne una buonissima.
Questo plumcake al cacao ne è la prova e io vi invito davvero a prepararlo subito perché è facilissimo e velocissimo. Domani mattina vi sveglierete felici e correrete a fare colazione.

Pochi ingredienti da mescolare semplicemente con un cucchiaio di legno. L’unica accortezza è setacciare farina, cacao e lievito, ma per il resto è davvero un gioco da ragazzi.
Vi sembrerà di mangiare una torta al cioccolato burrosa e goduriosa, ma qui il burro non c’è e nemmeno le uova. Vi leccherete i baffi, ve lo giuro, e non potrete fare al meno del bis.

Qualche consiglio:
– Negli ingredienti trovate l’olio di semi, ma se la volete morbida morbida è meglio l’olio EVO.
– Il succo d’arancia non è “un di più”. Ci va. Non sottovalutatelo!
– Se non avete lo zucchero di canna, utilizzate lo zucchero semolato.
– Se volete preparare una torta vegana, utilizzate il latte vegetale e la farina 0.

INGREDIENTI della torta al cacao senza uova

200 gr di farina 00
250 gr di zucchero di canna tritato finemente
380 ml di latte
50 ml di succo d’arancia
1 bustina di lievito
50 ml di olio di semi
75 gr di cacao amaro
estratto di vaniglia qb

PREPARAZIONE
Setacciate il lievito con la farina e il cacao e mescolate tutto con lo zucchero.
A parte mescolate l’olio con il latte e il succo.
Unite il composto liquido a quello secco e mescolate con un cucchiaio di legno.
Aggiungete la vaniglia e poi versate il composto in uno stampo rivestito con carta forno.
Cuocete a 180° per circa 30 minuti in forno ventilato.
Se la torta dovesse essere ancora troppo liquida all’interno, copritela con carta stagnola, selezionate la cottura dal basso e tenetela in forno per altri 5 minuti.

 

Torta soffice ai mirtilli

Ho preparato questa torta soffice ai mirtilli per un progetto molto speciale.
Ottobre è il mese della prevenzione e Guardini mi ha invitata a supportare Fondazione Veronesi in questa campagna dedicata alle donne che si chiama Pink is good.

Per l’occasione Guardini ha lanciato una nuova linea di teglie tutte rosa in edizione limitata in vendita fino a dicembre.
Una parte del ricavato della vendita di queste teglie andrà alla ricerca e io sono lieta di essere stata scelta insieme ad altre blogger come portavoce di questa bella iniziativa.

torta soffice ai mirtilli

Ho preparato questa torta senza uova e senza burro, ma molto nutriente perché ricca di omega 3, vitamine e calcio.
È perfetta per la colazione e la merenda di tutta la famiglia perché è un carico di energia buona che fa bene al corpo e alla mente.
È facilissima da preparare perché tutte le dosi sono misurate con una qualunque tazza da tè da 250 ml.
Che ne dite? Pronte a cucinare?

torta soffice ai mirtilli

Ingredienti della Torta soffice ai mirtilli

1 tazza di farina 0
1 bustina di lievito per torte
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
100 gr di mandorle
100 gr di nocciole
1 cucchiaio di semi di chia
1 cucchiaio di semi di lino
1/3 di tazza di miele di acacia
1 tazza di latte di soia
Mirtilli
Un pizzico di sale

PREPARAZIONE

Tritate finemente mandorle, nocciole e semi e mescolate tutto con la farina e il lievito setacciati e un pizzico di sale.
 Aggiungete il latte, il miele e la vaniglia e mescolate.
Versate il composto in uno stampo leggermente oliato e infarinato e aggiungete sulla superficie i mirtilli ben lavati, asciugati e passati nella farina per evitare che affondino depositandosi solo sulla base della torta.
Cuocete a 180° con forno ventilato per circa 30 minuti.

torta soffice ai mirtilli

Crostata di ricotta e amaretti

La Crostata di ricotta e amaretti è una delle mie torte preferite perché mi ricorda un po’ la mia infanzia e le torte che mi preparavano le mie nonne.

Non credo sia un dolce tipico abruzzese, ma qui la trovo spesso in molti forni e molte brave massaie la preparo in casa…sempre molto più buona di quelle che si trovano in commercio.
C’è chi aggiunge le noci, chi il cioccolato e chi la cannella e la noce moscata.
Chi mette solo ricotta, zucchero e uova all’interno.
Io l’ho provata e amata in quasi tutte le versioni e oggi vi propongo la mia.

Crostata di ricotta e amaretti

Non l’avevo mai preparata fino a qualche settimana fa quando mi hanno chiesto un dolce per un dopo-cena e dopo aver dato uno sguardo a quello he avevo, finalmente mi sono decisa.
Devo dire che posso ancora migliorare, ma intanto questa ricetta molto semplice mi è piaciuta molto e quindi voglio pubblicarla per condividerla con voi.

L’impasto base non è una vera e propria frolla, è leggermente più sabbiosa e meno compatta. Deve essere proprio così.
Se la preferite più solida e meno “sbriciolosa” aggiungete un altro uovo. Io in genere lo faccio.

Crostata di ricotta e amaretti

INGREDIENTI della Crostata di ricotta e amaretti

Per l’impasto:

300 gr di farina 00
100 gr di zucchero
1 uovo grande (o due uova se desiderate un impasto più compatto)
100 gr di burro freddo
1 bustina di lievito per dolci

Per il ripieno:

200 gr di ricotta setacciata
200 gr di amaretti sbriciolati
100 gr di zucchero
1 uovo
5 cucchiai di latte
gocce di cioccolato fondente qb
cannella

PREPARAZIONE

per prima cosa preparate l’impasto mescolando tutti gli ingredienti secchi e aggiungendo poi quelli liquidi. Lavorate con le mani fino a formare un impasto abbastanza compatto.
Dividetelo in due parti e stendete una parte sul fondo di una tortiera rivestita con carta forno. Utilizzate solo le mani.
A parte preparate una crema mescolando la ricotta con gli altri ingredienti e riempite la base della crostata.
Coprite con l’altra parte dell’impasto steso con un matterello o sbriciolato a mano.
Infornate a 180° per circa 25-30 minuti.
Spolverizzate con lo zucchero a velo.