Ravioli al tartufo

Ho sempre pensato che fare la pasta all’uovo fosse una cosa impossibile… invece…!
Lo scorso anno, a casa con il pancione, mi sono dedicata alla cucina e ho provato anche la pasta fatta in casa che , a parte la fatica nell’ammassare e stendere con il matterello, è stata un gran soddisfazione!
Vi presento la mia ricetta di base, alla quale ho aggiunto solo una spolverata di tartufo, ma questi ravioli sono buoni anche con un semplice ripieno di ricotta e un sughetto di pomodorini freschi!
Comunque questa versione è un po’ più chic, magari da sfoggiare per una cena importante!
Inoltre, se volete stupire i vostri ospiti, potete sbizzarrirvi scegliendo delle forme simpatiche per i  ravioli utilizzando le formine dei biscotti. Io, per esempio, li ho preparati per San Valentino a forma di cuore. In questo caso sovrapponete a due a due le sfogliette tagliate con la formina, riempendole con la ricotta e premendo poi sulle estremità per fare aderire la pasta.
Ma magari poi a San Valentino ne riparliamo!!!
Ravioli al tartufo

 

INGREDIENTI dei Ravioli al tartufo

per la pasta:
5 uova
500 gr di farina
1 cucchiaio di olio
1 cucchiaino di sale

INGREDIENTI PER IL RIPIENO
1 kg di ricotta di pecora

150 gr di parmigiano grattugiato
1 uovo
Sale QB
Tartufo fresco grattugiato 

PROCEDIMENTO

In una ciotola campiente setacciare la farina e il sale e unite le uova e l’olio. Creare una fontana al centro della farina dove immergere gli ingredienti più liquidi e mescolare pian piano.
Se avrete tutte le mani impiastricciate sfregatele con un po’ di farina (ma non troppa altrimenti la pasta si secca).
Lavorare la massa finchè non sarà un impasto omogeneo, poi avvolgerla nella carta trasparente e lasciarla riposare in frigorifero per 30 minuti.
Preparare il ripieno amalgamando tutti gli ingredienti in una ciotola.
Stendere la pasta con il mattarello distribuendo sempre un po’ di farina sulla spianatoia per evitare che si attacchi. Chi ha la macchia per fare la pasta è già molto avvantaggiato!
La sfoglia non deve essere troppo sottile.
Utilizzate una formina tonda, o un coppapasta (o un bicchiere) per tagliare la pasta e riempire con un cucchiaino ogni cerchietto. Ripiegare infine formando una mezza luna.
Buttare la pasta in acqua bollente, finchè non sale a galla (bastano veramente 2 minuti).
Condire con burro e grana…volendo anche un’ulteriore spolveratina di tartufo!

Ravioli al tartufo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.