Polenta con funghi e pancetta

Ieri mattina mi sono svegliata con la voglia di primavera nel cuore, come capita spesso in questo periodo…l’avrete capito!
Questo è quello che ho visto dalla finestra della mia cucina…e la voglia di primavera mi ha dato una pacca sulla spalla e mi ha mandata a quel paese!
Avrei preparato una torta al mango, ma alla fine mi sono buttata su una bella polenta che fa tanto piste da sci, chalet di montagna, caminetto…e neve!
Ho utilizzato la vellutata al tartufo bianco, graditissimo omaggio di Magnatum club , che ha ragalato al piatto un profumo delizioso, oltre che un sapore straordinario!
Almeno così ho riscaldato un po’ una gelida domenica di fine inverno…spero!
Buona giornata a tutti!

INGREDIENTI
Polenta istantanea o fatta tradizionalmente…fate voi!
Funghi secchi misti
Cubetti di pancetta affumicata
Qualche cucchiaio di Vellutata di tartufo bianco
1 spicchio di aglio
Prezzemolo
PROCEDIMENTO
Tagliare i funghi a pezzetti e lasciarli ammorbidire in una ciotola piena di acqua per almeno 30 minuti.  Cuocerli con poco olio, uno spicchio di aglio e un po’ dell’acqua nella quale sono stati ammorbiditi.  Aggiungere a fine cottura delle foglie di prezzemolo. Tagliare a fettine la polenta e cuocerla sulla piastra. Soffriggere la pancetta con pochissimo olio finchè non diventa croccante. Spalmare della vellutata di tartufi bianchi su ogni fetta di polenta e completare con uno strato di funghi e la pancetta croccante.

23 pensieri su “Polenta con funghi e pancetta

  1. nena

    che panorama, chissà il nanetto che faccia avrà fatto 🙂

    anch’io sono stata tra le nevi ieri: per pranzo panino con la salamella, patatine fritte e crostata di mele con panna e cannella. diciamo che davanti a tutto ciò, primavera e torta al mango possono tranquillamente aspettare 😛

    Replica
  2. eli

    Si è proprio tempo di polenta!
    E io che ho proprio voglia di primavera, soprattutto dopo aver visto tutti quei bei vestitini del post precedente!
    😉 Buona settimana!

    Replica
  3. Letiziando

    Se gli ultimi “scorci” d’inverno hanno questo sapore allora mi piace trattenerli ancora un pò prima dell’amata primavera. Deve essere semplicemente divina 🙂

    Buona giornata

    Replica
  4. fausta

    … beh, se devo far io, preferisco la polenta tradizionale, quella bramata, per la precisione, a grana bella grossa! La ricetta me la gusto già…
    Grazie per essere passta dal mio blog, mi iscrivo anch’io così non “ci perdiamo” di vista.
    Un bacio

    Replica
  5. Natalia

    Dai che con questo paesagio vale la pena aspettare un altro pò la primavera.
    Buona questa polenta. Mi piace il profumo dei tartufi nei piatti, ma quello bianco non l’ho mai provato.

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.