Tortine con miele e mirtilli

Amo le ricette semplici e che non richiedono la bilancia e quindi qualche giorno fa ho inventato queste tortine e mentre cucchiaio dopo cucchiaio mescolavo gli ingredienti, annotavo tutto sulla mia agendina. Sì, queste tortine si fanno utilizzando il cucchiaio come unità di misura. Fantastico, no?

Ho preparato queste tortine con degli stampini in silicone troppo belli, ma voi potete utilizzare anche uno stampo da ciambella o da torta da 20 cm di diametro o il classico stampo da 6 muffins.
Il colore molto scuro non è dovuto alla presenza di cacao, ma allo zucchero di canna integrale, e se non vi piace potete anche sostituirlo con lo zucchero normale, ma vi dico già che perdereste il sapore rustico che fa la differenza in queste tortine.
Ho utilizzato i mirtilli perché mi piacciono molto e perché morso dopo morso si sciolgono in bocca, ma secondo me potreste anche sostituirli che le ultime pesche buone o con le prugne.
Tortine con miele e mirtilli

 

Tortine con miele e mirtilli

 

Tortine con miele e mirtilli

INGREDIENTI per le Tortine con miele e mirtilli

2 uova
8-9 cucchiai abbondanti di farina 00
un cestino di mirtilli freschi
4 cucchiai di zucchero di canna integrale
4 cucchiai di miele di montagna
1 cucchiaino di bicarbonato
4 cucchiai di olio extravergine
3 cucchiai di latte parzialmente scremato
zucchero a velo
PROCEDIMENTO
Tritate lo zucchero di canna e con una frusta elettrica montatelo insieme alle uova.
Aggiungete dopo qualche minuto l’olio, il miele e il latte continuando a montare.
Aggiungete poi la farina setacciata con il bicarbonato, molto lentamente e continuando a montare.
L’impasto deve essere abbastanza denso, quindi se necessario aggiungete un cucchiaio di farina.
Se troppo denso, aggiungete u cucchiaio di latte.
Passate i mirtilli nella farina e poi aggiungeteli all’impasto mescolando lentamente per non romperli.
Riempire uno stampo da torta imburrato e infarinato o uno stampo in silicone e cuocete a 170° per circa 25-30 minuti.
Spolverizzate con lo zucchero a velo una volta fredda.