Pastiera napoletana

A casa mia a Pasqua non manca quasi mai la Pastiera napoletana.

pastiera napoletana

Non fa parte della tradizione teramana, ma chi se ne importa?
La pastiera è uno dei dolci preferiti del mio papà e a me piace preparargliela quando ho tempo, anche fuori stagione e anche se non c’è niente da festeggiare.

È un dolce abbastanza facile, ma bisogna avere un po’ di tempo e pazienza per farlo bene.
Sono sincera, io compro il grano nei barattoli di vetro, già precotto e pronto per la pastiera. Se voi avete voglia, però, cucinatelo.

pastiera napoletana

A me piace con canditi di tutti i tipi, ma se non li amate non aggiungeteli e fate una crema solo con il grano e la ricotta. Oppure, sostituite i canditi con le gocce di cioccolato. La mangeranno anche i bambini in questo modo.
L’acqua di fiori di arancio, però, non può mancare. Attenzione a non esagerare perché ha un sapore e un profumo molto intensi che non piacciono a tutti. Qualche goccia è più che sufficiente!

Un consiglio: La pastiera napoletana va preparata con qualche giorno di anticipo. Per intenderci, più passa il tempo più e buona. Quindi organizzatevi!

Buona Pasqua!

pastiera napoletana

 

INGREDIENTI della Pastiera napoletana

Per la pasta:
500 gr di farina 00
250 gr di zucchero
3 uova
mezzo cucchiaio di burro

Per la crema:
500 gr di grano precotto
500 gr di zucchero
500 gr di ricotta di pecora
500 ml di latte
una noce di burro
7 uova
qualche goccia di acqua di fiori d’arancio
la scorza di mezzo limone non trattato
frutta candita mista
cannella qb
un pizzico di sale

PREPARAZIONE

1. Preparate la frolla mescolando con le mani tutti gli ingredienti e formando un impasto liscio e omogeneo.
Lasciatelo riposare in frigorifero avvolto nella pellicola trasparente.

2. Versate in una pentola il latte e lo zucchero e quando è tiepido aggiungete il grano.
Cuocete per circa un’ora e mezza a fuoco bassissimo mescolando per ottenere una crema densa.
Quasi alla fine aggiungete il burro, un pizzico di sale, un pizzico di cannella e la scorza grattugiata di mezzo limone.
Una volta raffreddato, unite le uova sbattute, la ricotta (setacciata) e i fiori d’arancio e mescolate finché il composto non risulta compatto.

3. Dividete la pasta in due parti e stendetele con il mattarello.
Rivestite con una parte una tortiera da circa 23 cm di diametro (o uno stampo da pastiera) ben imburrata e infarinata.
Con la restante pasta tagliate delle strisce abbastanza larghe e sistematele sopra la crema disegnando delle losanghe.
Sistemate i bordi della pastiera e spennellate la superficie con un uovo sbattuto nel latte.
Cuocete a 190° per 60 minuti circa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.