Pomodori ripieni di riso e tonno

I pomodori ripieni sono un must a casa mia in questa stagione perchè i cuori di bue non mancano mai…anzi avanzano sempre e quando diventano troppo maturi per l’insalata si utilizzano per il sugo o per questo piatto unico, perfetto per tutta a famiglia.

Ricordi d’infanzia

Da piccola odiavo i pomodori ripieni e non ne capivo il senso.
Il pomodoro cotto non mi piaceva affatto e non amavo nemmeno l’abbinamento con il riso.
Poi, come spesso capita nella vita, ho cambiato idea e ora a casa mia non è estate senza i pomodori ripieni.
Quindi, prima che la bella stagione finisca davvero dovete preparare questa ricetta. Credetemi!
Ah, tengo a precisare che io utilizzo i cuori di bue perchè spesso ne ho talmente tanti in casa che ho paura di farli andare a male, ma voi potete scegliere anche altre varietà di pomodoro purché siano maturi, rossi e succosi.

La ricetta dei pomodori ripieni

4 pomodori grandi e maturi
1 bicchiere di riso
1 scatola di tonno grande
prezzemolo e basilico
parmigiano grattugiato
Capperi (facoltativi)
sale, pepe e olio evo

Lavate molto bene i pomodori e tagliate la calotta.
Svuotateli all’interno con un cucchiaino mettendo da parte la polpa.
Lasciateli asciugare un po’ capovolgendoli e intanto preparate il ripieno.
Mescolate la polpa tagliata a pezzetti con il riso leggermente sbollentato (qualcuno lo mette crudo, ma secondo me 5 minuti di cottura servono!).
Aggiungete il tonno, una manciata di parmigiano e abbondante prezzemolo o basilico tritati al coltello. Salate e pepate e riempite i pomodori.
Conditeli con un filo di olio evo poi chiudeteli con le calotte.
Sistemateli su una pirofila da forno rivestita con carta forno e cuoceteli a 200° per un’ora circa.
I tempi di cottura dipendono dalla dimensione dei pomodori ovviamente.
Sono pronti quando appassiscono un po’, diventano leggermente scuri e il riso non è più duro sotto i denti.