Crema leggera

Questa crema leggera è l’alternativa delicata alla classica crema pasticcera con tanti tuorli.
Ha una consistenza un po’ più “budinosa” e il colore è meno giallo.
Vi assicuro che è buonissima sia per farcire torte e pasticcini, sia da mangiare semplicemente al cucchiaio con panna montata, biscottini o frutta fresca.
Si prepara in pochi minuti e si conserva in frigorifero per 48 ore al massimo.
Per dire… potete prepararla la sera prima per il giorno dopo.

Foto di Giampiero Marcocci, tratta da “Semplicemente Buono” di Giorgia Di Sabatino (Ed. De Agostini 2015)

Quando ho ospiti a cena mi piace servirla all’interno di una grande coppa di vetro con la frutta sopra o un vassoio di pasticcini secchi a parte.
La morte sua sono i ventaglietti di sfoglia. Io ve l’ho detto.

Ma questa è anche la crema ideale per farcire un classico pan di Spagna per una torta di compleanno e piacerà molto ai bambini. Potete ammorbidirla mescolandola con della panna montata e potete anche renderla ancora più golosa con delle gocce di cioccolato o delle fragole…o tutte e due!

Ricordate di utilizzare sempre uova fresche a temperatura ambiente e di setacciare bene la farina. Per il resto non avrete nessuna difficoltà!

Ricetta della crema leggera

2 uova intere
500 ml di latte
40 gr di farina 00
100 gr di zucchero
la scorza grattugiata di 1/2 limone
Un cucchiaino di estratto di Vaniglia (facoltativo)

PROCEDIMENTO
Scaldate il latte in un pentolino senza portarlo a bollore.
Montate molto bene le uova (tuorli e albumi insieme) con lo zucchero.
Aggiungete la scorza di limone grattugiata e la farina setacciata e montate ancora.
Aggiungete a filo il latte alle uova aiutandovi con un colino e mescolate molto velocemente con una frusta a mano per evitare la formazione di grumi.
Rimettete tutto in un pentolino sul fuoco e lasciate cuocere lentamente mescolando di continuo e sempre nello stesso senso con un cucchiaio di legno.
Lasciate raffreddare coprendo la superficie della crema con la pellicola per evitare di far penetrare aria all’interno della ciotola.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page