Eurochocolate e la mia pizza dolce in barattolo

Ho trascorso una giornata meravigliosa ad Eurochocolate, ospite di Parmalat per un evento molto divertente. Curiosi di scoprire di più?

Giovedì mattina sono partita con mio marito per Perugia.
Una giornata bellissima, un sole caldo, un panorama mozzafiato lungo il tragitto.
Le Marche e l’Umbria sono posti meravigliosi che vi consiglio di visitare se non l’avete mai fatto. Esistono borghi incantati su queste colline da togliere il fiato.

Siamo arrivati a destinazione poco prima di pranzo e siamo stati accolti in un hotel molto a tema cioccolato, l’Etruscan Chocohotel.
Tavolette di cioccolato ovunque, anche in camera da letto e nella vasca da bagno!
Guardate un po?

Un soggiorno qui è un’esperienza indimenticabile per i veri golosi come me.
Vi dico solo che a colazione c’era una tavola enorme solo a base di cioccolato. Una fontana di cioccolato, brioche di ogni genere ovviamente al cioccolato, torte e crostate, barattoli giganti di Nutella, cioccolata calda e tavolette di cioccolato, sai mai che al mattino hai voglia di farti un panino con una tavoletta intera. Io l’ho pensato, giuro!

Dopo un veloce giro in centro ho incontrato i miei compagni di viaggio Ramona di Farina lievito e fantasia e Alessandro di Fancyfactory e ci siamo preparati ad affrontare il nostro contest. Una sfida all’ultimo sangue tra blogger per accaparrarsi il titolo di Chef Creativo di Parmalat.
Paura? Ahahahah, nemmeno un po’ perché siamo entrati talmente tanto in sintonia che l’abbiamo buttata sul ridere e non c’è stata più gara…anche perché i nostri dessert erano tutti troppo strepitosi, modestamente.

Cosa dovevamo fare durante il contest showcooking? In pratica avevamo a disposizione i prodotti Parmalat (crema pasticcerà, crema al cioccolato, crema al mascarpone e panna) e dovevamo inventarci un dolce.
Ramona ha lasciato tutti senza parole per la bellezza della sua coppetta di cheesecake con crema al cioccolato, croccante al cacao e lamponi. La perfezione assoluta.
Alessandro ha stupito per la sua precisione e per la professionalità e ha preparato gli eclaires…capito, gli eclaires!
Io? Bè, io come sempre ho proposto una ricerca super veloce: una pizza dolce abruzzese rivisitatissima e servita in barattolo.
Presentare uno showcooking con loro è stato davvero molto divertente oltre che istruttivo.
Ho imparato da Ramona che la presentazione è il 50% in un dessert che deve essere buono, ma anche bello, e da Alessandro che la pasticceria è arte e scienza.
Loro da me non so sinceramente cosa possano aver imparato…ma va bene così!
È stato bello conoscerli.

Io e Alessandro tentavamo una faccia cattiva, ma con tutto quel cioccolato in circolo nelle vene come si fa?

Ubriache di cioccolato!

Dopo lo showcooking non ricordo più nulla se non di aver mangiato quantità vergognose di cioccolato. Ho provato le minipraline Lindt, ho assaggiato il chocokebab e la cioccolata calda Eraclea e poi ho imparato come si fa il cioccolato grazie ad un mastro cioccolataio olandese trapiantato a Perugia molto simpatico e gentile.
Ho assaggiato il cioccolato alla rosa e al sale, ho mangiato mais salato con glassa dolce, ho provato le fave di cacao tostate e tritate e la crema di nocciole senza zucchero pronta per essere mescolata con il cacao. Ho anche visitato un Museo di strumenti musicali fatti completamente di cioccolato.
Che dire se non che sono tornata con un bel sorriso stampato in faccia!

Miss Panna. Cattivissima!

Paul di Cecilia e Paul. Il cioccolato più buono che io abbia mai assaggiato!

Perugia poi è una città meravigliosa, piena di vita, di giovani, di posti magici da visitare e di osterie e taverne da provare. Tornerò di certo perché 24 ore sono state decisamente poche!
Se non siete mai stati ad Eurochocolate iniziate già a pensare ad un bel week end per il prossimo anno.

Intanto vi lascio la ricetta della mia pizza dolce in barattolo.
Abruzzesi perdonatemi per aver “rivisitato” la nostra ricetta del cuore, ma vi giuro che ne è valsa la pena…ho ottenuto il massimo dei voti nella categoria “Gusto e bontà”!

Pizza dolce in the making

RICETTA della pizza dolce in barattolo

Savoiardi, o pan di Spagna o torta da colazione
Crema pasticcera Parmalat
Crema al cioccolato Parmalat
100 gr di mandorle spellate
50 gr di zucchero
50 gr di granella di nocciole
una tazzina di rum
una tazzina di alchermes
una tazzina di caffè
panna montata

PREPARAZIONE

Per prima cosa scegliete dei barattoli di vetro non troppo grandi per servire il dolce in monoporzioni.
Tagliate il pan di Spagna o i Savoiardi in modo che possano entrare all’interno e creare degli strati.
Partite con un primo strato di pan di Spagna o Savoiardi o torta e bagnate con i rum diluito con un po’ di acqua. Coprite con la crema pasticcerà e proseguite con un secondo strato.
Bagnate con l’alchermes diluito in poca acqua e coprite con una pasta fatta di mandorle tritate cotte nello zucchero sciolto (tipo caramello). Si chiama pasta reale.
Procedete poi con il terzo strato di pasta. Bagnate con il caffè zuccherato e coprite con la crema di cioccolato.
Completate con un po’ di panna montata e la granella di nocciole.
Per la ricetta completa della pizza dolce abruzzese, leggete il post.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page