Archivio tag: contorno

Scarola in padella

Scarola in padella

Ingredienti

Foglie di scarola
2 spicchi di aglio
5-6 alici sott’olio
Una manciata di olive nere
Una manciata di pinoli
Uvetta (facoltativa)
Olio extravergine di oliva
Sale

Procedimento

Lavate molto bene la scarola e poi cuocetela in padella con olio e aglio.
Quando sarà diventata morbida, dopo circa 10 minuti, aggiungete olive e alici e cuocete solo per un paio di minuti. Se vi piace, aggiungete anche l’uvetta.
Salate a piacere e se volete aggiungete il peperoncino.
Servite la scarola con sopra una manciata di pinoli tostati.

Il consiglio in più

In alcune ricette regionali troverete anche la variante con il pangrattato aggiunto alla fine.
Io personalmente la preferisco cosi al naturale, servita su una fetta di pane tostato.

Mini Crepes di ceci

Che carine e che buone queste mini crepes di ceci.
Si preparano con un solo ingrediente, la farina di ceci, e un po’ di acqua.
La cosa bella è che potete farcirle in mille modi e farle sia dolci che salate.

Ricetta delle Mini Crepes di ceci

INGREDIENTI

50 g di farina di ceci
100 g di acqua

PREPARAZIONE

Con una forchetta mescolate la farina di ceci con l’acqua e aggiungete il sale, o lo zucchero.
Una volta pronta la pastella lasciatela riposare un’oretta in frigorifero se potete, oppure utilizzatela subito.
Con un mestolo versatela poco alla volta in una padella antiaderente oliata.
Io utilizzo una padellina piccola nella quale cuocio una crepe alla volta.
Due minuti per lato e il gioco è fatto.
Le farcisco in genere con ricotta e verdure cotte al forno o in padella.

L’idea in più

Potete aromatizzare la pastella con delle spezie come paprika, curry o curcuma oppure con erbe aromatiche.

L’ingrediente jolly

Secondo me se le fate dolci e le farcite con ricotta e gocce di cioccolato non ve ne pentirete.

Patate dolci profumate

Le patate dolci sono quella cosa che quando le trovi al supermercato compri per curiosità e poi non sai che farne. Ecco, io le tratto come patate normali e le cucino al forno, spesso profumate con spezie e erbe aromatiche, come in questa ricetta.

Dure come la pietra

Sono durissime da tagliare quindi armatevi di un bel coltello con lama affilata e non pensate di sbucciarle, almeno io non lo faccio mai.
Lavatele molto bene e poi asciugatele con carta da cucina. La buccia non disturba, prometto!
Sono buonissime fatte anche a bastoncini oppure come le classiche patate al forno tagliate a pezzi e condite con olio e sale.

Ricetta delle Patate dolci profumate

INGREDIENTI

2 patate dolci abbastanza grandi
200 g di caprino fresco o ricotta o feta
erbe aromatiche miste (erba cipollina, maggiorana, origano, salvia…)
Spezie a piacere (paprika, pepe, peperoncino)
Olio extravergine di oliva
sale
prezzemolo fresco o coriandolo per completare

PREPARAZIONE

Tagliate a metà nel senso della lunghezza le patate e incidetele con un coltellino disegnando una griglia. Non rompete la base.
Spalmate con le mani un po’ di olio sulla polpa e nei tagli e poi condite con il resto.
Infornate a 200° in forno statico per circa 45 minuti e una volta pronte, e ancora calde, servite con caprino o altro formaggio magro e completate tutto con del prezzemolo fresco tritato al coltello.

L’idea in più

Come dicevo prima, potete anche preparare le patate dolci a bastoncino.
Passatele un pochino nella fecola di patate mescolata con delle spezie e poi infornate.
Verranno croccantissime.

L’ingrediente jolly

Quella che vi ho proposto è una ricetta super leggera e molto bilanciata.
Se volete trasformarla in un piatto goloso all’ennesima potenza farcite le patate con il gorgonzola a fine cottura oppure con un formaggio saporito e filante.

Cotolette di finocchi

Queste cotolette di finocchi sono il contorno che convincerà anche chi è crede di non amare i finocchi cotti, perchè tutto ciò che è panato ha un fascino particolare, lo sappiamo!

La ricetta è molto semplice e si prepara giusto il tempo della cottura in forno.
La crosticina è particolarmente saporita perchè nella panatura c’è il parmigiano.

INGREDIENTI delle Cotolette di finocchi

2 finocchi
olive nere denocciolate
10 pomodorini
sale, pepe, origano
3 patate
olio extravergine di oliva
5 cucchiai di pangrattato
3 cucchiai di parmigiano

PREPARAZIONE

Tagliate i finocchi a fette e passateli in un mix di pangrattato, parmigiano, sale e origano.
Trasferiteli in una teglia con patate a cubetti, pomodorini e olive nere e condite con altra panatura, olio e sale.
Infornate a 200° per 20-25 minuti.

Peperoni in padella con capperi e alici

Vado pazza per i peperoni e lo confesso, li mangio anche fuori stagione.
Mi piacciono in tutte le salse, ma la ricetta che proprio mi fa andare fuori di testa è quella che vi propongo oggi, che poi è forse la più semplice.

Gialli, verdi o rossi?

A me piacciono tutte le varianti di colore, ma faccio una distinzione per ricette.
I gialli e i verdi in generi li mangio crudi nelle insalate o li cuocio in padella.
I rossi quasi sempre al forno con le patate (e le salsicce!) e molto spesso in combinazione con i verdi.
Però, detto tra noi, utilizzateli anche tutti insieme perchè il giallo e il rosso sono dolci e il verde più amaro e si compensano. Vi do la mia benedizione!

Peperoni in padella con capperi e alici

INGREDIENTI
2 peperoni gialli
1 cipolla
olio evo
sale
prezzemolo
una manciata di capperi sotto sale
2-3 alici sott’olio

PREPARAZIONE
Lavate i peperoni, svuotateli dei semini e tagliateli a listarelle non troppo sottili o a pezzetti.
Tritate al coltelo una cipolla.
Sciogliete le alici con olio caldo in una padella antiaderente.
Aggiungete la cipolla e i peperoni e cuocete tutto.
Il fuoco deve essere abbastanza vivace e i peperoni vanno saltati continuamente.
Aggiungete a metà cottura dei capperi ben lavati e asciugati e un pizzico di sale.
Sono pronti quando prendono colore, ma non perdono eccessivamente di consistenza.
A ,e piacciono così, ma potete andare avanti con la cottura finché non saranno morbidissimi.
Completate con del prezzemolo tritato al coltello.

L’ingrediente jolly: uvetta e mandorle

Potete rendere questo contorno leggermente agrodolce con un po’ di zucchero e aceto, ma a me piace molto di più con l’uvetta e le mandorle in scaglie.
Basta ammorbidire l’uvetta in acqua fredda e poi strizzala e cuocerla con i peperoni.
Alla fine servite tutto con delle mandorle in lamelle precedentemente tostate in padella.

Il consiglio in più

Se non avete voglia di cuocere i peperoni in padella perchè non potete seguire la cottura, metteteli in una teglia da forno con cipolla tritata, olio e capperi e fateli andare a 200° per 30 minuti in forno statico.
Sono ottimi anche su un bel bruscehettone caldo o come condimento di una pasta corta.

Caponata di mele

Come trovo le ricette?
Semplice! Navigo molto online e studio, un po’ per lavoro e un po’ per passione.
La stessa passione che mi porta ogni giorno a trascorrere ore a sfogliare libri di ricette e riviste di cucina pieni di fotografie.
Questa caponata di mele per esempio, non è una mia idea. L’ho trovata per caso mentre cercavo ricette con le mele in giro per il web. Mai e poi mai avrei pensato di rifarla.
Mele con il pomodoro? Ma stiamo scherzando? Eppure…

Caponata d’inverno

La caponata d’inverno suona un po’ come una bestemmia perchè le melanzane si cucinano solo d’estate e i siciliani se fai una caponata a febbraio ti bacchettano – Se poi la fai pure con le mele non lo so cosa succede!
Eppure questa è la ricetta di un ristorante di Palermo che ha pensato bene di realizzare per i suoi clienti una versione invernale del piatto più richiesto del menù.

Quali mele?

Qui parliamo solo di mele verdi, dure e aspre, le granny smith tanto per intenderci, perchè sono le uniche che si prestano a mio avviso ad essere abbinate ad un condimento tanto sapido e saporito.
Non provate nemmeno per sbaglio a preparare questa ricetta con mele golden o renette perchè ne verrebbe fuori una cosa dolciastra e immangiabile e non voglio assumermi questa responsabilità.
Con le mele verdi non vi accorgerete nemmeno di mangiare mele.

La ricetta della caponata di mele

INGREDIENTI

3 mele granny
200 g di passata di pomodoro
sedano, carota e cipolla
una manciata di capperi sotto sale
olive verdi denocciolate qb
sale e olio evo

PREPARAZIONE

Per prima cosa tagliate grossolanamente sedano, carota e cipolla e lasciateli soffriggere con l’olio extravergine di oliva per 10 minuti a fuoco medio-basso.
Aggiungete la passata e lasciatela rapprendere per circa 5 minuti.
Intanto tagliate le mele a cubotti abbastanza grandi dopo averle sbucciate e private del torsolo.
Cuocetele nel sugo insieme ai capperi ben sciacquati e strizzati e alle olive.
Le mele devono rimanere consistenti e non ammorbidirsi troppo. Cuocetele per poco più di 5 minuti a fuoco medio e alla fine salate.
Servite su una bruschetta di pane abbrustolito o come contorno.

Happy Food: Mozzarella ripiena

Ogni volta che scrivo una ricetta per la rubrica Happy Food immagino gli ingredienti prendere vita e mai come questa volta sono felice di vedere trasformare una mia idea in un disegno divertentissimo.

Si può voler bene ad una mozzarella?
Si se è simpatica come questa, pronta a raccogliere tutti i suoi amici del ripieno.

Lo so che non vedete l’ora di provarla e di stamparla.
Ecco dove dovete fare click per il download.

DOWNLOAD

Ricette all’INSTAnte: Melanzane ripiene semplici

Ho inaugurato la rubrica delle ricette all’INSTAnte e poi l’ho abbandonata.
Avete ragione, sono una sbadata incostante, ma l’estate m’ammazza.
Ecco, con un po’ di ritardo, il secondo appuntamento e questa volta vi propongo le mie melanzane ripiene semplici.

“Semplici” perchè?

Perchè queste melanzane sono ripiene di melanzana e pomodoro…una melanzana ripiena di se stessa in pratica.
Una melanzana piena di sé.
Passatemela questa perchè è carina.

Accendere il forno d’estate. Pura follia?

Il forno a casa mia è sempre acceso, anche d’estate, non perchè sono masochista, ma perchè le ricette al forno sono sempre le più veloci e pratiche. Se assembli bene degli ottimi ingredienti, poi fa tutto il forno. Questa la mia umilissima opinione e queste melanzane ne sono la prova.
In meno di un’ora porterete a tavola un secondo a base di verdure e formaggio molto gustoso e facile da preparare, ottimo anche freddo il giorno dopo.

La stagione delle melanzane

Potete realizzare questa ricetta quando volete perchè tanto le melanzane si trovano 12 mesi l’anno, ma volete mettere con quelle estive?
Vale lo stesso per il pomodoro, altre importante ingrediente di questa ricetta.
Anche il pomodoro ha la sua stagione e se preparate la passata in casa vi renderete conto della differenza.

Ricetta delle melanzane ripiene semplici

INGREDIENTI per 4 persone

2 melanzane grandi ovali
250 gr di Primosale
5-6 Pomodori ramati da sugo o polpa a pezzettoni
uno spicchio di aglio
parmigiano grattugiato o pecorino romano o ricotta salata
basilico fresco
Olio evo e sale

Per prima cosa lavate molto bene le melanzane, asciugatele e tagliatele a metà nel senso della lunghezza.
Incidete la polpa con un coltellino disegnando una griglia. Non arrivate troppo vicino alla base per non romperla.
Condite con olio e sale e cuocete le melanzane i forno a 200° per 20 minuti con la parte della polpa rivolta verso l’alto.
Lasciatele raffreddare e poi svuotatele delicatamente.
A parte preparate un sughetto con del pomodoro fresco sbollentato per un paio di minuti, spellato e poi tagliato a pezzettoni. Cuocete la polpa di pomodoro con olio evo, uno spicchio di aglio, sale e basilico fresco e lasciatelo abbastanza scomposto. Il pomodoro non deve sfaldarsi troppo.
(Potete anche evitare il sugo e utilizzare direttamente un buon pomodoro crudo, saporito e carnoso)
Mescolate la polpa con il sugo, aggiungete del parmigiano o altro formaggio grattugiato, del primosale a cubetti, del basilico fresco e riempite le mezze melanzane.
Spolverizzate con del parmigiano grattugiato e infornate a 200° per 10 minuti.
Ultimi 3 minuti in modalità grill.

Happy food: Cavolfiore al cartoccio

Torna l’appuntamento con la rubrica di ricette animate pensate da me e disegnate da Clara: Happy Food!
È giunto il momento di cucinare il cavolfiore.

Il cavolfiore al cartoccio è una delle ricette che preparo più spesso durante l’inverno perchè è facile e veloce e soprattutto piace sempre a tutti.
La cosa divertente è che il cavolfiore va messo in forno tutto bello impacchettato, ma intero…nemmeno la fatica di tagliarlo!
Potete spennellatelo con olio, sale e pepe o con yogurt e paprika, o con tutte le spezie e le erbe aromatiche che vi piacciono, sarà meraviglioso in ogni caso.

Vi invito a scaricare la cartolina disegnata da Clara e ad appenderla in cucina se vi va.
Condividete le vostre foto utilizzando l’hashtag #happyfood.
Ci piacerebbe creare una bella galleria su Instagram. Ci aiutate?

Clicca qui per il DOWNLOAD

Teglia di patate affettate

 

Se avete amato le patate schiacciate (e credo proprio di si!), non potete non provare questo contorno furbissimo. Una teglia di sole patate affettate sottilmente e consiste con olio, sale e pepe. Proprio il caso di dire: Che ci vuole?

teglia-di-patate-cop

Potete arricchire questa ricetta anche con altri ingredienti come della pancetta affumicata o anche dei coriandoli di cipolla e poi con le spezie che preferite.
Come si mangiano queste patate?
Potete servirle nei piatti come contorno o anche mangiarle tutti insieme direttamente dalla pirofila tirando fuori una fettina alla volta.

La ricetta è davvero molto facile, ma ho voluto comunque spiegarvi tutti i passaggi in questo video.
Se vi va iscrivetevi al canale e presto arriveranno tante altre novità!

Ricetta della teglia di patate affettate

patate
olio
sale e pepe

PREPARAZIONE
Sbucciate e affettate sottilmente le patate.
Disponetele in una pirofila ben oliata, tutte in fila vicine anche se in maniera non regolare.
Condite con olio, sale e pepe e infornate a 210° per circa 45-50 minuti.

R in insalata

Finalmente è giunta l’ora.
Mi chiedete da settimane quando sarà online l’episodio della web serie di Coca-Cola #ilgustoatavola che mi vede protagonista.
Con l’entusiasmo alle stelle vi dico, eccolo qui. Mettetevi comodi e guardatelo.

R è la lettera scelta per me. R come R in insalata.

Vi racconto la mia ricetta RAPIDA con la lettera R.
Ho preparato un’insalata superveloce, ma Ricchissima di ingredienti, per una mamma con poche idee per il pranzo e poca voglia di cucinare.
Ho scelto ingredienti con la lettera R come Radicchio, Rapa Rossa, Rucola, Ricotta e Ravanelli e ho aggiunto un po’ di croccantezza con il Rigatino e la Rosetta abbrustoliti.

Provate questa insalata e ditemi se non è un piatto delizioso anche da portare in ufficio per la pausa pranzo o da servire a tavola quando si ha poco tempo e un ospite imprevisto a cena.
Ovviamente abbinatela ad una Coca-Cola ghiacciata perché questi sapori si sposano benissimo, ve lo garantisco.

Ecco la ricetta.

insalata di R

Insalata di R

INGREDIENTI per l’insalata

Radicchio
Ravanelli
Rape rosse precotte
Olio EVO
Succo di limone
Sale

INGREDIENTI per le palline di formaggio

200 gr di Ricotta
Qualche foglia di Rucola
200 gr di Robiola
Parmigiano QB
Sale e pepe
Scorza di limone

Accompagnamento: 4 Rosette, 8 fette di rigatino

PREPARAZIONE

Lavate il radicchio e i ravanelli e tagliateli sottilmente.
Conditeli con olio, sale e succo di limone e distribuiteli in ciotoline monoporzione.
Aggiungete anche la rapa rossa tagliata a cubetti.
Preparate le palline di formaggio mescolando ricotta e robiola e aggiungendo la rucola tritata al coltello, la scorza grattugiata di mezzo limone e un pizzico di sale e pepe.
Aggiungete il parmigiano poco alla volta fino a rendere il composto abbastanza modellabile.
Lavorate il composto con le mani leggermente bagnate e formate delle sfere poco più piccole di una noce.
Aggiungete 3-4 palline di formaggio in ogni ciotola di insalata.
Scaldate bene una padella antiaderente e cuocete il rigatino tagliato a striscioline fino a renderlo croccante.
Saltate infine nella stessa padella ancora calda anche delle rosette tagliate a listarelle.
Completate il piatto con il rigatino croccante e il pane che potrà essere utilizzato per accompagnare l’insalata o per mangiare le palline di formaggio.

insalata di R

R è anche l’iniziale di Ridere e Risate e io nel giorno di riprese ho riso davvero tanto.

Le papere, le parole che non riuscivo a ricordare o a scandire, la t-shirt che si stropicciava di continuo, il ciuffo che mi copriva gli occhi e i tacchi troppo alti, ma inutili perché tanto Riccardo Rossi è altro due metri!
Tutta la troupe è stata stupenda. Il regista e l’aiuto regista persone super carine che potrebbero mettere davanti ad una telecamera il più imbranato dei nerd.
Stylist, trucco e parrucco, ragazze adorabili che con i loro pettini, pennelli e phon erano sempre pronte a rimettermi in ordine per rendermi carina. Microfoni, luci, tecnici, davvero tutti super professionisti. Per la prima volta nella vita mi è sembrato di essere sul set di un film. Un’emozione che non so spiegare. Davvero tutto troppo bello!
E poi ho conosciuto Riccardo Rossi, un mito per me. Una persona gentile e molto educata con la battuta sempre pronta e un sorriso contagioso. Mi ha messo totalmente a mio agio e mi ha aiutata a stare al gioco come solo un vero professionista sa fare.
Sì, mi ha anche preso in giro tutto il giorno per la mia gonna argentata, la prima cosa che ho trovato nell’armadio e l’outfit ideale per stare in cucina!

Per concludere voglio ringraziare in particolare due persone che hanno reso possibile tutto questo e sono Azzurra e Chiara. Grazie di cuore.

Se questa ricetta vi è piaciuta e avete voglia di scoprire tutte le altre, mie e dei miei colleghi, seguite gli episodi della web serie #ilgustoatavola e, se volete, inventate anche voi la vostra ricetta per Coca-Cola e caricatela sul sito www.coca-cola.it.

Potete vincere un ricettario con tutte le ricette dalla A alla Z ideate da noi food blogger e partecipare all’estrazione finale per una cena a domicilio.

Seguite Coca-Cola anche su:

Sito ufficiale: http://www.coca-cola.it/it/home/

Facebook: https://www.facebook.com/cocacolait?brand_redir=40796308305

Twitter: @cocacolaita – https://twitter.com/CocaColaITA

Instagram: https://www.instagram.com/cocacolait/

Pomodori gratinati

Amo i pomodori e amo le gratinature.

Questo è un contorno che di solito piace a tutti e quindi se non sapete cosa portare a tavola e avete tanti ospiti provatelo!
Scegliete dei pomodori maturi e belli rossi.
Io ho preferito i San Marzano perché secondo me si presentano meglio, ma voi potete optare anche per dei cuori di bue o per dei pomodorini.

pomodori gratinati

Io ho dato un po’ di profumo in più al piatto aggiungendo del basilico fresco basilico, ma se amate le erbe aromatiche aggiungetene anche altre perché danno quel tocco che non guasta mai.
E poi parliamo dell’aglio. Io lo metto e vi dico la verità, anche più di uno spicchio, ma capisco che può non piacere. Fate voi in questo caso, ma vi giuro che ci sta proprio bene!

Buon appetito e buona visione.

Ingredienti per i Pomodori gratinati

3-4 pomodori San Marzano
basilico fresco
mollica di pane raffermo
1 spicchio di aglio
sale e olio

PREPARAZIONE

Tagliate per lungo i pomodori ben lavati e adagiateli in una pirofila oliata.
Tritate della mollica di pane con aglio e basilico e cospargete la superficie dei pomodori con le briciole.
Condite con olio e sale e cuocete a 200° circa per 15-20 minuti.